18 luglio 2015

Tag: Book Blogging Things I Suck At

Buonasera mie care Creature ♥
Finalmente sono tornata dalle vacanze: Polignano a Mare è proprio una bella città! Ho anche avuto occasione di partecipare all'iniziativa del Libro Possibile, che si è svolta nei giorni scorsi. Insomma, io dai libri non mi so proprio separare! Ma bando alle ciance, ecco a voi un tag fresco fresco che ho scoperto sul blog di Ilenia Libri di Cristallo. Si tratta di elencare 5 cose riguardo al mondo del book-blogging in cui facciamo schifo.




#1. Grafica e web design, linguaggio html

Ogni volta che vago per la blogosfera, vedo un sacco di blog con una grafica ed un'impostazione dei post stupenda. E mi deprimo un pochino. Devo ringraziare Evie (una ragazza che ho conosciuto su un forum di lettura): se ho un header degno di questo nome è solo merito suo. Ho cercato su Google tutorial e consigli di ogni genere, templates che non mi hanno mai convinta. Un disastro. E pensare che io amo molto l'estetica, sigh. Per quanto riguarda codicilli e linguaggi vari, le mie conoscenze sono a dir poco inesistenti. Che triste destino: una book-blogger che non sa progettare il proprio blog.

#2. Collaborazioni

Non ho ancora avuto l'occasione di poter collaborare con un'altra book-blogger, con un autore indipendente, con una casa editrice. Non so quali siano i requisiti minimi, ma ho aperto il blog in maniera definitiva da poco tempo e quindi penso che sia comprensibile. Non so nemmeno come funzioni il mondo delle collaborazioni con le case editrici (?)
Dopo questa sfilza di "Non", passiamo al terzo punto.

#3. Giveaways

Penso che la dea Fortuna mi odii profondamente, visto che non ho mai vinto un giveaway. E vi giuro che ho partecipato ad un sacco di eventi di questo genere, sia su Blogger che su Goodreads. E mi deprimo di nuovo un pochino. In quanto ad organizzazione di un mio personale giveaway, sto messa maluccio. E' la parte fisica che mi dà problemi, visto che non ho la più pallida idea di come si spedisca un pacco contenente un libro. Oh su dai ho 15 anni, mica posso sapere pure queste cose.

#4. Blogosfera

In questo mondo posso definirmi "A stranger in a strange land". Non sono mai riuscita a legare seriamente con qualche blogger, visto che non sono sempre molto attiva. Apprezzo molto i commenti di tutti coloro che visitano i miei post, mi fanno sentire ascoltata, e ancor di più apprezzo i visitatori assidui che mi fanno sentire ricordata. Nonostante tutto, il mondo del book-blogging italiano mi è quasi del tutto estraneo: spero che col tempo questa sensazione si affievolisca!
Vedo un sacco di gente che comincia a fare recensioni del libro appena uscito in libreria e io so di non far parte di quella schiera di cool kids, ah. Arrivo sempre tardi, pure a recensire i libri.

#5. Booktube

C'è un'altra fetta dei cosiddetti cool kids: coloro che hanno aperto un canale youtube e recensiscono i libri appena letti a voce, di persona, Niente di straordinario, penserete voi. Invece per me è una cosa totalmente impossibile da concepire. Mi considero una persona decisamente poco fotogenica e timida davanti ad una telecamera, quindi potete immaginare quanto sarebbero disastrosi i miei risultati.
Sarei un procione balbettante che parla di libri. 


Il tag termina qui (a questo punto ho intenzione di rinominarlo "Mai una Gioia", rileggendolo ho notato che non c'è una sola frase positiva): fatemi sapere se anche voi avete avuto difficoltà simili a quelle che ho elencato, oppure scrivetemi quali sono i vostri punti deboli!

5 commenti:

  1. Ciao! Diciamo che ho più o meno gli stessi tuoi problemi. Di grafica non so NULLA e il mio blog è un disastro per questo, non ho mai fatto un giveaway, non collaboro con CE e non ho rapporti con altre blogger! Per non parlare di YouTube, non so davvero cone facciano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, meno male che non sono l'unica ad avere tutti questi problemi! ^^

      Elimina
  2. I miei difettacci hai già avuto modo di conoscerli xD sul #5 beh nessuno ti obbliga, scrivi già qualcosa sul blog, no? ;)
    Sul #3 punto ci intendiamo, ho partecipato a valanghe di giveaway (non so se ne ho vinti 4), ne ho anche organizzati due miei per i compliblog ma ho capito che non mi piace: preferisci avere 100 follower che ti leggono e commentano oppure 100 follower racimolati con i giveaway che spariscono per un anno poi se c'è un giveaway li vedi entusiasti a partecipare solo per cercare di portarsi a casa un premio? Il premio per cosa, l'utente fantasma?
    Poi comunque vedi sempre cosa ne pensano i tuoi genitori, comprare il libro, imbustarlo e spedirlo son comunque soldini che volano via :(
    Anche il #4 in effetti è un punto in comune. Al massimo qualche mail e twitter, ma fuori da internet nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, il blog è più che sufficiente hahah ^^
      Per quanto riguarda i giveaways concordo: l'utente medio cerca sempre di darti attenzioni solo per avere un premio in cambio... Meglio pochi followers, ma buoni!
      E poi anche i soldi, non avendo un lavoro e uno stipendio personale, non è così facile :|

      Elimina
  3. Come dicevo a Lumi poco fa, detesto le rubriche del lunedì, del mercoledì e così via.
    Non ce la faccio a scrivere un post solo perché è il giorno di quella rubrica. Le mie difatti sono sempre random.

    RispondiElimina

Ti è piaciuto questo post? Hai voglia di dire la tua? I commenti mantengono attivo questo blog e mi danno una carica in più per continuare a scrivere :)