4 luglio 2015

Recensione - Red, di Kerstin Gier

Titolo: Red
Autore: Kerstin Gier
Pagine: 336
Editore: TEA (catalogo Corbaccio)
Prezzo: 11,00 euro
Valutazione:

 


Trama: Per l'amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all'altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l'aiuto dell'inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all'altezza del nome dei Montrose. E poi c'è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l'umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante... Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo...

Recensione: Per la verità questa è una rilettura, in quanto ho letto Red per la prima volta nel lontano 2013, ma la mia vecchia recensione è sparita insieme al mio vecchio blog. Sapevo che meritava una rispolverata, perchè mi era piaciuto davvero tanto e poi avevo bisogno di riprendere la storia, visto che ho intenzione di finire finalmente la trilogia.
Gwendolyn Shepherd sembrerebbe una sedicenne come tante, ma in realtà appartiene ad una famiglia in grado di viaggiare nel tempo. Proprio così. A casa Montrose vi è fermento nell'aria: Charlotte, la cugina "perfetta" di Gwendolyn, comincia a manifestare i primi sintomi da viaggiatrice nel tempo. Spossatezza, mal di testa, tutto preannuncia il primo salto nel passato di Charlotte, ma si scopre che questi sintomi non sono correlati. Gwen stupisce tutti e si rivela la prescelta, compiendo il fatidico viaggio. Si ritroverà così catapultata in una realtà a lei del tutto estranea, con gente più o meno ostile, compreso il bellissimo Gideon de Villiers, il suo accompagnatore. Tutti hanno un unico obiettivo: completare il cronografo, un raffinato e elaboratissimo marchingegno, in grado di controllare i salti nel passato dei prescelti. 
Se avete il "blocco del lettore" e non sapete proprio cosa leggere, Red fa per voi. La Gier scrive in modo molto fresco, ironico, ed è in grado di tenere il lettore incollato alle pagine fino alla fine. Ho apprezzato molto le citazioni agli annali dei guardiani, tutti gli schemi che illustrano la discendenza dei viaggiatori nel tempo, le citazioni a Shakespeare. Non vedo l'ora di iniziare Blue, la storia promette molto bene!

4 commenti:

  1. Sono felice che sia piaciuto anche a te! Io amo la Gier, mi fa morire dal ridere >_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! Ha sempre quel tocco di ironia leggera che strappa una risata ^^

      Elimina
  2. Io avevo divorato questo libro *_*
    Anche Blue e Green mi erano piaciuti molto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quanto pare è un libro che scorre veloce per tutti ^^

      Elimina

Ti è piaciuto questo post? Hai voglia di dire la tua? I commenti mantengono attivo questo blog e mi danno una carica in più per continuare a scrivere :)