18 ottobre 2015

Random Chit Chat #1

Salve care Creature! Quanto tempo! ♥

Il secondo anno di liceo scientifico si fa sentire, perciò mi scuso per l'inattività del blog :(
Come state? Raccontatemi un po' come state in questo periodo, cosa avete fatto, che libri avete comprato... Beh io non compro un libro da agosto, e soffro tanto. Svegliarsi alle 5:35 non è più così traumatizzante ormai, diciamo che mi sono abituata (forse).
Finalmente ritorna la stagione dei maglioni, delle felpe comode, dei pigiamoni e delle cimici. Ah no aspetta, io le cimici le detesto! Verdi, puzzolenti e rumorose, mi terrorizzano a morte.
Ah, dimenticavo. Ho creato questa piccola rubrica a cadenza casuale, per scrivere tutto quello che mi passa per la testa...
Vi lascio con alcune foto che ho scattato durante un giorno di pioggia, e una che ho scattato mentre ero sul pullman (svegliarsi presto ha i suoi lati positivi!).





Segnalazione: Poison, di Daniela Ruggero

Titolo: Poison
Autore: Daniela Ruggero
Editore: Autopubblicato
Pagine: 164
Prezzo: 1,99 euro
Formato: Formato Kindle



Trama: Sara è una ragazza semplice, dal viso pulito e dal sorriso gentile. La sua vita è stata segnata da un'infanzia dolorosa. Andrea è il rampollo di una famiglia ricca e potente, tradito dal suo più grande amore chiude le porte della sua anima trasformandosi in un cinico maniaco del controllo.
Il destino li unisce in un incontro casuale e sfuggente. I loro sguardi si incrociano e da quel momento nulla sarà più come prima. Nell'intensità di una storia dettata dal possesso e dalla passione portata al limite, Sarah e Andrea condivideranno le vite, mescolando il dolore dal loro passato alla speranza per il futuro. Ma può un cuore traboccante di rabbia tornare ad amare?

ஜ۩۞۩ஜ

13 agosto 2015

New Entries #4 (Remastered Version)

Buonasera care Creature! ♥
Dopo parecchie settimane di assenza, rieccomi qui con una vecchia rubrica: New Entries. Prima di abbandonare il blog, un anno fa, avevo introdotto questo spazio per mostrarvi i miei acquisti a tema libresco: oggi ritorna in versione remastered, il vecchio stile con qualche rifinitura in più!
Oggi vi mostrerò i miei nuovi acquisti, di cui sono particolarmente orgogliosa :) In realtà, due mi sono stati regalati da un conoscente, ma per me contano lo stesso!



Finalmente anche io sono entrata nel club del signor Martin. Vi giuro, è da un anno che cerco questo libro, nonostante sia abbastanza comune. Ogni volta che andavo da qualche parte e mi fermavo in una libreria, la prima cosa che cercavo era questo. "Il primo volume, e che sarà mai? Qui lo trovo sicuro" E invece no. Arezzo, Pavia, nada de nada: avevano tutti il secondo o il terzo libro. Poi finalmente in una libreria di Alassio piccola ma ben fornita, l'ho trovato... alleluia.









Ho letto Colpa delle Stelle ed ho versato numerose lacrime, purtroppo. Per rendere omaggio a questo libro che ha smosso il mio cuore di ghiaccio (mi commuovo molto poco con i libri, ma un sacco con i film, mistero), ho deciso di comprarlo in cartaceo. E poi, vi svelo un segreto: io vado matta per le edizioni Vintage della Rizzoli, mi piacciono troppo troppo troppo. Forse per la carta che hanno utilizzato, la sua consistenza, oppure per le bande dorate ai bordi della copertina che però si scolorano immancabilmente. 

28 luglio 2015

Teaser Tuesday #1


Buonasera mie care Creature ♥
Oggi introdurrò un'altra (ebbene si) rubrica settimanale, Teaser Tuesday, ideata dal blog ShouldBeReading, Le regole? Molto semplici. Basta aprire una pagina a caso del libro che state attualmente leggendo e poi condividerne un breve estratto.
In questo momento sto leggendo Cloud Atlas. L'atlante delle nuvole di David Mitchell, e lo sto trovando davvero... particolare.

Al di là del piccolo villaggio indiano, su una spiaggia deserta, mi sono imbattuto in una serie di impronte umane fresche. Tra alghe putride, palme e bambù, le orme mi hanno condotto al loro artefice, un bianco, pantaloni e giacchetta da marinaio arrotolati, barba ruvida e cappello di castoro fuori misura, così intento a scavare e setacciare la sabbia finissima con un cucchiaino da accorgersi della mia presenza solo quando l’ho apostrofato a dieci metri di distanza. Così, ho fatto conoscenza con il dottor Henry Goose, medico chirurgo dell’aristocrazia londinese. La sua nazionalità non mi ha affatto sorpreso. Se esiste un rifugio tanto remoto, o un’isola tanto sperduta, da poterci soggiornare senza incappare in un inglese, sono luoghi che non vengono menzionati sulle mappe che ho visto fino a ora. Il dottore aveva forse smarrito qualcosa su quella spiaggia desolata? Potevo essergli d’aiuto? Lui ha scosso il capo, ha sciolto il nodo al fazzoletto e me ne ha mostrato il contenuto con evidente orgoglio. « I denti, signore, sono i Graal smaltati della mia attuale ricerca. Tempo fa, questa spiaggia arcadica è stata teatro di banchetti cannibaleschi, sì, banchetti dove il forte divorava il debole. I denti venivano sputati, come noi faremmo con i noccioli delle ciliegie. Ma questi vili molari, signore, saranno tramutati in oro, e in che modo? Un artigiano di Piccadilly, specializzato in dentiere per la nobiltà, paga profumatamente per avere denti umani. Avete idea di quanto possa valere un quarto di libbra, signore? » Ho confessato la mia ignoranza. « Né sarò io a illuminarvi a riguardo, signore: trattasi di segreto professionale! » Si batteva il dito sul naso. « Mr Ewing, conoscete la marchesa Grace di Mayfair? No? Meglio così, è un cadavere ambulante. Cinque anni sono trascorsi da quando quella strega ha infangato il mio nome. Sì, con accuse tali da farmi bandire dalla società. » Il dottor Goose guardava il mare. « Le mie peregrinazioni ebbero inizio in quella triste ora. » Ho espresso viva compassione per la vicenda del dottore. «Vi ringrazio, signore, vi ringrazio, ma queste gemme d’avorio », ha scosso il fazzoletto, « sono gli angeli della mia redenzione. Permettete che vi spieghi. La marchesa indossa dentiere forgiate dal suddetto dottore. Il prossimo Natale, quando quell’asina imbellettata prenderà la parola durante il suo ballo degli ambasciatori, io, Henry Goose, mi alzerò in piedi e renderò noto a tutti che la nostra ospite mastica con denti di cannibale! Sir Hubert mi sfiderà, prevedibilmente, ‘Fornite le prove’, ruggirà quel bifolco, ‘o datemi soddisfazione!’ E io ribatterò ‘Prove, sir Hubert? Ho raccolto io stesso i denti di vostra madre da una sputacchiera dei Mari del Sud! Ecco, signore, eccovi qualche altro esemplare!’ e lancerò questi denti nella zuppiera in guscio di tartaruga e questa, signore, questa sarà la mia vendetta! Le malelingue cucineranno a puntino la gelida marchesa nei loro bollettini e, per la prossima stagione, sarà fortunata se riceverà l’invito a un ballo di beneficenza! » Frettolosamente, ho augurato a Henry Goose buona giornata. Temo sia pazzo.

27 luglio 2015

Excerpt reveal: La mia vendetta con te, di Giovanna Roma


Buon pomeriggio care Creature ♥
Oggi sono lieta di annunciarvi l'estratto di un titolo che avevo segnalato pochi giorni fa: La mia vendetta con te. Se non avete ancora letto il mio post precedente, vi invito ad andare qui ^_^

Attenzione: Dark contemporary romance. Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene molto forti, violente, esplicite e un linguaggio crudo. Non adatto a minori o persone particolarmente sensibili o suscettibili. Se ne raccomanda una lettura consapevole.

Sono dei possenti colpi alla porta a risvegliarmi. <<Cazzo, Kate. Porta il culo fuori di lì o giuro che te lo picchio a sangue!>>
Non appena riconosco la voce, schizzo fuori dalla vasca.<<A...arrivo, un attimo.>>
<<Apri questa dannata porta! Subito!>> Mi avvolgo il corpo infreddolito in un morbido accappatoio bianco di spugna. Apro tremante la porta e lo vedo entrare come una furia, rosso in volto e con occhi minacciosi.
<<Perché cazzo ti sei chiusa dentro?>> sbraita adirato.
 <<Non sapevo se ci fosse qualcun altro in casa a parte noi due>> spiego come se fosse evidente.
 <<E anche se fosse?>> ribatte sollevando le spalle.
 <<Ma potrebbe entrare qualcuno>> insisto. Maksim alza la mano destra e la cala sul mio viso due volte, dritto e rovescio.
<<Ti avverto, stronza, non chiuderti mai più a chiave. I miei ospiti ed io dobbiamo sempre avere accesso a te.>>
Impallidisco di colpo, perché ora mi sono chiare come non mai le sue intenzioni.
<<Non parli sul serio>> ribatto con le lacrime agli occhi.
 <<Se era questo il tuo obiettivo sin dall’inizio, allora perché non hai lasciato che Nikolaj o quei quattro tizi della taverna mi violentassero?>>
Maksim si avvicina con aria potente e intimidatoria.
 <<Tu non spalancherai le gambe al primo cazzo che ti attira, come fossi una puttana qualunque. Le aprirai solo se te l’ordinerò io e per chi vorrò io.>> Le sue dita scattano dritte intorno al mio collo. É così veloce che neanche lo vedo muoversi. Gli occhi scintillanti rabbia sono ipnotici.
 <<Tu mi appartieni, Katerina ed esegui soltanto i miei comandi.>> Lo dice con una calma così gelida da farmi perdere un battito. A poco a poco mi libera dalla sua presa. Sento il peso di ogni cosa: i decimi di febbre, le sue parole, i suoi insulti e minacce, i suoi schiaffi. E scoppio in un pianto che mi accascia al suolo.
 <<Io ti possiedo. Ogni parte di te mi appartiene. Mente>> prosegue quella fredda voce passandomi un dito sulla fronte.
 <<Perché è a me che pensi quando vieni e corpo, perché reagisce così solo con me.>>
Maksim mi prende per i capelli e tira fino in corridoio. Urlo per il dolore, strillo di lasciarmi andare, finché non molla la presa. Con la punta del piede mi solleva il mento perché lo guardi dritto negli occhi. Le braccia incrociate sul petto, le possenti spalle e il volto duro gli conferiscono un aspetto minaccioso ed io smetto subito di piangere. La mia espressione è un concentrato di odio.

Fatemi sapere nei commenti!

22 luglio 2015

WWW Wednesdays #1


Salve care Creature ♥
Oggi introdurrò una nuova rubrica: WWW Wednesdays, ideata dal blog ShouldBeReading. Il nostro compito è quello di elencare i libri che abbiamo appena letto, che stiamo leggendo e che abbiamo intenzione di leggere, rispondendo a 3 semplici domande.

• What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
• What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)
• What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?


What are you currently reading?


Ho appena iniziato questa breve raccolta di saggi: Letteratura palestra di libertà, di George Orwell. Ringrazio Lumi del blog Sentieri di Neve Rossa, senza il suo post non avrei mai scoperto l'esistenza di questo libro!



What did you recently finish reading?


Ieri ho terminato la rilettura di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban. Ho dato un'occhiata distratta alla libreria e il mio sguardo si è fermato proprio sul terzo libro della Rowling... poi la nostalgia mi ha assalita e l'ho riletto :) Durante le vacanze ho letto innumerevoli libri, tra cui, ultimo ma non meno importante, Maze Runner - Il labirinto. Recensione a breve, l'ho trovato davvero carino.

20 luglio 2015

Discover the Cover #1


Salve mie care Creature ♥
Oggi introdurrò una nuova rubrica, ideata da me! Si tratta di Discover the Cover: il mio scopo è quello di scegliere una cover che ho scoperto gironzolando per il web, e che mi ha colpita particolarmente. E' un ottimo modo per aggiungere alla vostra chilometrica lista qualche altro libro da leggere ^^ Questa sarà una rubrica a cadenza settimanale, ed uscirà ogni lunedì.
Titolo: The Returned
Autore: Jason Mott
Pagine: 336
Editore: Harlequin Mondadori
Prezzo: 16,00 euro

19 luglio 2015

Segnalazione autore + cover reveal: La mia vendetta con te, di Giovanna Roma

In uscita il 22 luglio 2015

Titolo: La mia vendetta con te
Autrice: Giovanna Roma
Illustratrice: Cora Graphics
Editore: Self-publishing
Genere: Dark contemporary romance
Prezzo: 0,99 euro
Pagine: 240




Trama: La rovina di lei, potrebbe essere una salvezza per lui. Perché difendere la figlia del peggior nemico? La vendetta è a portata di mano ed è così dolce, giovane, perfetta per lui, per saziare la sua lussuria. Elin crede di sapere come sarà la sua vita, peccato solo di non aver fatto i conti con ciò che è fuori dalla sua bolla felice. Incontrerà un uomo di nome Maksim, disposto a tutto per la sua vendetta ed entrerà a far parte delle più note organizzazioni criminali russe. Le redini del gioco sfuggono di mano e gli equilibri che si erano creati saranno messi in discussione da passioni ed egoismi. Riusciranno a capire di non essere più semplici avversari o verranno inghiottiti dagli interessi latenti della mafia russa?

Attenzione: Dark contemporary romance. Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene molto forti, violente, esplicite e un linguaggio crudo. Non adatto a minori o persone particolarmente sensibili o suscettibili. Se ne raccomanda una lettura consapevole.

Cambio grafica!

Buon pomeriggio mie care Creature ♥
Sono lieta di comunicarvi che ho finalmente cambiato la grafica del blog! Spero che vi piaccia, ci ho messo tantissimo tempo per creare un header che mi convincesse :)
Ringrazio Juliette del blog Sweety Readers per i preziosi consigli, senza la sua rubrica "Book Blogging 101" non avrei mai scoperto alcuni trucchetti. E ringrazio anche tutti i miei followers, siamo arrivati a quota 150!



Fatemi sapere cosa ne pensate in un commentino qui sotto, vi aspetto :)

18 luglio 2015

Tag: Book Blogging Things I Suck At

Buonasera mie care Creature ♥
Finalmente sono tornata dalle vacanze: Polignano a Mare è proprio una bella città! Ho anche avuto occasione di partecipare all'iniziativa del Libro Possibile, che si è svolta nei giorni scorsi. Insomma, io dai libri non mi so proprio separare! Ma bando alle ciance, ecco a voi un tag fresco fresco che ho scoperto sul blog di Ilenia Libri di Cristallo. Si tratta di elencare 5 cose riguardo al mondo del book-blogging in cui facciamo schifo.




#1. Grafica e web design, linguaggio html

Ogni volta che vago per la blogosfera, vedo un sacco di blog con una grafica ed un'impostazione dei post stupenda. E mi deprimo un pochino. Devo ringraziare Evie (una ragazza che ho conosciuto su un forum di lettura): se ho un header degno di questo nome è solo merito suo. Ho cercato su Google tutorial e consigli di ogni genere, templates che non mi hanno mai convinta. Un disastro. E pensare che io amo molto l'estetica, sigh. Per quanto riguarda codicilli e linguaggi vari, le mie conoscenze sono a dir poco inesistenti. Che triste destino: una book-blogger che non sa progettare il proprio blog.

#2. Collaborazioni

Non ho ancora avuto l'occasione di poter collaborare con un'altra book-blogger, con un autore indipendente, con una casa editrice. Non so quali siano i requisiti minimi, ma ho aperto il blog in maniera definitiva da poco tempo e quindi penso che sia comprensibile. Non so nemmeno come funzioni il mondo delle collaborazioni con le case editrici (?)
Dopo questa sfilza di "Non", passiamo al terzo punto.

#3. Giveaways

Penso che la dea Fortuna mi odii profondamente, visto che non ho mai vinto un giveaway. E vi giuro che ho partecipato ad un sacco di eventi di questo genere, sia su Blogger che su Goodreads. E mi deprimo di nuovo un pochino. In quanto ad organizzazione di un mio personale giveaway, sto messa maluccio. E' la parte fisica che mi dà problemi, visto che non ho la più pallida idea di come si spedisca un pacco contenente un libro. Oh su dai ho 15 anni, mica posso sapere pure queste cose.

14 luglio 2015

Recensione - Teorema Catherine, di John Green

Titolo: Teorema Catherine
Autore: John Green
Pagine: 342
Editore: Rizzoli
Prezzo: 14,00 euro

Valutazione: 



Trama: Da quando ha l’età per essere attratto da una ragazza, Colin, ex bambino prodigio, forse genio matematico forse no, fissato con gli anagrammi, è uscito con diciannove Catherine. E tutte l’hanno piantato. Così decide di inventare un teorema che preveda l’esito di qualunque relazione amorosa. E gli eviti, se possibile, di farsi spezzare il cuore un’altra volta. Tutto questo nel corso di un’estate gloriosa, passata con l’amico Hassan a scoprire posti nuovi, persone bizzarre di tutte le età, ragazze speciali che hanno il gran pregio di non chiamarsi Catherine.

Recensione: 

“È bello che certe persone significhino qualcosa per te, che tu ne senta la mancanza quando non ci sono più.”

Colin Singleton è un ragazzo prodigio, con la passione per gli anagrammi e con il cuore spezzato. Perché? Perchè è uscito con diciannove Catherine e tutte lo hanno miseramente lasciato. Il tipo di Colin Singleton non era fisico ma linguistico: a lui piacevano le Catherine. Non le Cathy, Katie, Kitty, Rynn, Trina, Kay, Cate o, Dio ci scampi, le Katherine.
Ebbene, dopo la diciannovesima delusione amorosa, Colin decide di fare un viaggio on-the-road con il suo unico e fedele amico Hassan. Hassan Harbish: pungente ed ironico, massimo esponente di "tutti coloro che vivono alla giornata", un ragazzo di fede musulmana che però non rispetta tutti i divieti imposti dall'Islam, nonostante sia abbastanza religioso.
Colin vuole raggiungere il suo primo momento eureka, la sua prima e geniale scoperta. Decide di creare un teorema che sia in grado di prevedere l'andamento di qualsiasi relazione amorosa, basandosi su due categorie di persone: i Mollatori o i Mollati. Molti pretendono di essere entrambi, ma non colgono il punto. Si è predisposti per un destino o per l’altro. Non è detto che i Mollatori siano sempre i carnefici, né che i Mollati siano sempre le vittime. Ma ognuno ha una tendenza.
Durante il viaggio i due decidono di visitare la tomba dell'arciduca Franz Ferdinand, situata in un paesello del Tennessee dimenticato da Dio: Gutshot. Qui incontrano una ragazza, Lindsey, che insegnerà a Colin che anche le non-Catherine possono essere interessanti.

“Perché se da Gutshot Colin aveva imparato una cosa era che non puoi fermare il futuro.”

12 luglio 2015

Recensione - Blue, di Kerstin Gier


Titolo: Blue
Autore: Kerstin Gier
Pagine: 350
Editore: Corbaccio
Prezzo: 12,00 euro
Valutazione: 





Trama: "Molto probabilmente il mio organismo aveva prodotto più adrenalina negli ultimi giorni che nei sedici anni precedenti. Erano successe così tante cose e avevo avuto così poco tempo per riflettere" 
Gwendolyn ha tutte le ragioni di questo mondo per pensarla così. Ha appena scoperto di non essere una normale ragazza londinese, bensì una viaggiatrice nel tempo che i Guardiani - una setti segreta che ha sede nel dedalo di vie intorno a Temple Church - inviano nelle epoche passate per prelevare una goccia di sangue dai dodici prescelti e completare il cronografo, una missione da cui dipende il destino dell'umanità. Peccato che la sua famiglia non l'avesse informata perché tutti erano convinti che la predestinata fosse l'odiosa cugina Charlotte e peccato che, di conseguenza, Gwen avesse trascorso gli ultimi sedici anni della propria vita a studiare (poco), giocare (molto), chiacchierare e divertirsi con le amiche come ogni ragazza. Mentre avrebbe dovuto imparare a tirare di scherma, ballare il minuetto, apprendere nozioni di storia universale e conversare in modo appropriato con l'aristocrazia del Settecento. Quasi tutto, nella sua nuova situazione, la infastidisce: essere sballottata avanti e indietro nei secoli, la supponenza mista a invidia della cugina Charlotte, la noia delle lezioni di ballo e portamento... Poche cose le piacciono: il piccolo gargoyle fantasma Xemerius, che solo lei Gwen può vedere e, naturalmente, il suo compagno di viaggi nel tempo: Gideon, bello da morire...

Recensione:
"Il corvo, nel suo rubino volteggiare,
tra i mondi sente i morti cantare,
non conosce la forza, il prezzo ignora,
si leva il potere, chiuso il cerchio è allora.
Il leone – fiero volto di diamante,
incantesimo che offusca la luce folgorante -
al calar del sole arreca mutamento,
la morte del corvo palesa il compimento."

Per questo secondo volume della trilogia non c'è molto da dire: le mie aspettative non sono state deluse. La Gier continua a raccontare le avventure di Gwendolyn in maniera allegra e spensierata, con il suo immancabile sarcasmo. Dopo il finale apertissimo del primo volume, Gwendolyn si ritrova ad affrontare uno scorbutico maestro, Mr. Giordano, che ha il compito di insegnarle usi e costumi del passato. C'è stata anche una piacevole introduzione, ovvero Xemerius, un demone-doccione che diventerà una sorta di compagno di avventure. Infatti, quest'ultimo, è in grado di attraversare qualsiasi parete e spiare ogni conversazione, e ama punzecchiare tutti con il suo umorismo. Lo scopo dei due prescelti è completare il cronografo, ma Gwendolyn vuole saperne di più: Lucy e Paul avevano davvero cattive intenzioni? Che cosa si nasconde dietro al Conte di Saint Germain? Tutto quello che le hanno raccontato non la convince completamente.
Messaggi in codice, profezie: il mistero si infittisce. Anche il rapporto fra Gwendolyn e Gideon si complica: lei troppo innocente e manipolabile, lui troppo lunatico. In effetti Gideon è un personaggio molto volubile, dolce e premuroso oppure freddo e scostante.
Blue è un'ottima continuazione del primo libro, la qualità della storia e della trama non si è abbassata affatto. Alcuni personaggi sono leggermente stereotipati, come la cugina Charlotte o Gideon, ma non è un difetto così evidente. Aspetto soltanto un finale degno dei primi due libri!

6 luglio 2015

Creature di Carta va in vacanza!

Buongiorno mie care Creature 
Volevo comunicarvi in questo breve post che sarò in vacanza a partire da oggi, e ritornerò venerdì 17 luglio. Pertanto, non sono sicura di poter pubblicare qualcosa, visto che non ho un portatile con me, e l'iPad risulta alquanto scomodo.
Piuttosto, ne approfitto per chiedervi quale sarà la meta che avete scelto per trascorrere le vostre vacanze, e se avete scelto di portarvi qualcosa da leggere.



4 luglio 2015

Playlist Book Tag

Salve care Creature! ♥

Oggi vi propongo un book tag che adoro particolarmente, visto che amo libri e musica e non potrei vivere senza di essi. L'ho scoperto sul blog La tana di una booklover e non potevo non pubblicare la mia personale playlist libresca. Il tag consiste nel mettere la vostra playlist di iTunes o Spotify in modalità casuale e riuscire ad associare alle prime dieci canzoni dieci libri. 
Let's start!


1. The Handler - Muse




2. Laura Palmer - Bastille





3. I Wanna Be Yours - Arctic Monkeys




4. What's My Age Again? - Blink-182




5. Run Boy Run - Woodkid



Recensione - Red, di Kerstin Gier

Titolo: Red
Autore: Kerstin Gier
Pagine: 336
Editore: TEA (catalogo Corbaccio)
Prezzo: 11,00 euro
Valutazione:

 


Trama: Per l'amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all'altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l'aiuto dell'inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all'altezza del nome dei Montrose. E poi c'è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l'umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante... Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo...

Recensione: Per la verità questa è una rilettura, in quanto ho letto Red per la prima volta nel lontano 2013, ma la mia vecchia recensione è sparita insieme al mio vecchio blog. Sapevo che meritava una rispolverata, perchè mi era piaciuto davvero tanto e poi avevo bisogno di riprendere la storia, visto che ho intenzione di finire finalmente la trilogia.
Gwendolyn Shepherd sembrerebbe una sedicenne come tante, ma in realtà appartiene ad una famiglia in grado di viaggiare nel tempo. Proprio così. A casa Montrose vi è fermento nell'aria: Charlotte, la cugina "perfetta" di Gwendolyn, comincia a manifestare i primi sintomi da viaggiatrice nel tempo. Spossatezza, mal di testa, tutto preannuncia il primo salto nel passato di Charlotte, ma si scopre che questi sintomi non sono correlati. Gwen stupisce tutti e si rivela la prescelta, compiendo il fatidico viaggio. Si ritroverà così catapultata in una realtà a lei del tutto estranea, con gente più o meno ostile, compreso il bellissimo Gideon de Villiers, il suo accompagnatore. Tutti hanno un unico obiettivo: completare il cronografo, un raffinato e elaboratissimo marchingegno, in grado di controllare i salti nel passato dei prescelti. 
Se avete il "blocco del lettore" e non sapete proprio cosa leggere, Red fa per voi. La Gier scrive in modo molto fresco, ironico, ed è in grado di tenere il lettore incollato alle pagine fino alla fine. Ho apprezzato molto le citazioni agli annali dei guardiani, tutti gli schemi che illustrano la discendenza dei viaggiatori nel tempo, le citazioni a Shakespeare. Non vedo l'ora di iniziare Blue, la storia promette molto bene!

21 giugno 2015

The Courtship Book Tag

Buon pomeriggio care Creature ♥
Oggi vi propongo un tag davvero carino, basato sulle varie fasi dell'innamoramento, a cui partecipo molto volentieri! Ringrazio Claudia del blog Pennarelli Spenti. per la nomina, mi pensa sempre ahahah
Ed ora vediamo i libri che ho scelto :)

Fase 1: Attrazione Iniziale: un libro che hai comprato per la cover

Io adoro i cieli stellati, e non potevo non prendere questo libro!


Fase 2: Prime Impressioni: un libro che hai comprato per via della trama

In realtà, quasi con tutti i libri che compro leggo prima la trama, per vedere se mi ispirano. Ma per questo libro in particolare ho cercato recensioni, ho letto la trama ed ho pensato: si, è quello giusto.


Fase 3: Sweet Talk: un libro scritto benissimo

Lo stile di questo libro. AAAH LO STILE DI QUESTO LIBRO.


Fase 4: Primo Appuntamento: il primo libro di una serie che ti ha fatto venire voglia di proseguire con la lettura dell'intera saga

Alla fine ero tipo: "I want mooooore!"


Fase 5: Telefonate a Tarda Notte: un libro che ti ha tenuta sveglia tutta la notte

Davvero bellino, era così frizzante e appassionante che l'ho letto tutto d'un fiato!

19 giugno 2015

Recensione - Novecento, di Alessandro Baricco

Titolo: Novecento
Autore: Alessandro Baricco
Pagine: 62
Editore: Feltrinelli
Prezzo: 6,00 euro
Valutazione: 


Trama: Il Virginian era un piroscafo. Negli anni tra le due guerre faceva la spola tra Europa e America, con il suo carico di miliardari, di emigranti e di gente qualsiasi. Dicono che sul Virginian si esibisse ogni sera un pianista straordinario, dalla tecnica strabiliante, capace di suonare una musica mai sentita prima, meravigliosa. Dicono che la sua storia fosse pazzesca, che fosse nato su quella nave e che da lì non fosse mai sceso. Dicono che nessuno sapesse il perché. Questo racconto, nato come monologo teatrale, è uscito per la prima volta nel 1994. Nel 1998 Giuseppe Tornatore ne ha tratto il film "La leggenda del pianista sull'oceano".

Recensione: Si narra che sul Virginian fosse nato un pianista di bravura indescrivibile. Ebbene, quel pianista è Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, ed il protagonista di questo breve monologo teatrale.
Novecento è nato sul Virginian che, nonostante diversi tentativi, non è intenzionato ad abbandonare. Perchè il mare è la sua casa, quel piroscafo è la sua casa, e il pianoforte è la sua più grande passione, tutto il resto lo spaventa oppure non gli interessa. Novecento è un grande sognatore. La gente può pensare che sia matto, ma lui, nel suo piccolo mondo, è semplicemente un genio che sa osservare e capire le persone: 

16 giugno 2015

Recensione - Perchè ci siamo lasciati, di Daniel Handler

Titolo: Perchè ci siamo lasciati
Autore: Daniel Handler
Pagine: 360
Editore: Salani
Prezzo: 14,28 euro
Valutazione: 


Trama: Una storia d'amore che finisce. Due persone che si lasciano. Min e Ed hanno 16 anni e stanno insieme. Min ha la passione del cinema e vorrebbe diventare regista, Ed è il capitano della squadra di basket. Parlano due lingue diverse, sono l'una l'antitesi dell'altro. All'inizio la sfida è entusiasmante, ma presto si rivela per quello che si sapeva già fin dall'inizio: impossibile. Min lascia Ed, e per spiegargli il perché gli scrive una lettera destinata ad accompagnare una scatola contenente tutti gli oggetti che hanno segnato la loro breve, intensa storia d'amore.

Recensione: Dicono che gli opposti si attraggono, si cercano fra di loro e si completano. Lo yin e lo yang, il bianco e il nero, il bene e il male. Non è così per Ed e Min, due ragazzi come tanti, due pezzi del puzzle che purtroppo non potevano e mai potranno incastrarsi fra di loro. Lei, una ragazza sfuggente, diversa, che ama il cinema e le chiacchierate a notte fonda, pochi amici ma buoni. Lui, co-capitano della squadra d'istituto di basket, un vincente, sicuro di sé, il classico belloccio che piace a tutti e che ha avuto una storia con tutte. Perfino con Min.