12 agosto 2014

Ciao Robin.


Questo è un ennesimo post che parla della morte di Robin Williams. Ma dovevo scriverlo. Se lo merita.
L' uomo che ha accompagnato milioni di persone attraverso risate e spunti di riflessione, si è spento suicidandosi. L'attimo è fuggito.
Il male interiore che lo attanagliava da anni ha vinto, ha vinto la guerra della vita e Robin non ha fatto altro che arrendersi. Ma lo ammiro e lo ammirerò sempre.
Uno dei suoi film, L'Uomo Bicentenario, ha un significato particolare per me poichè è stato il primo che mi ha fatta commuovere, all'età di 8 anni. Ero troppo piccola ed insensibile per comprendere gli altri film, ma a quanto pare questo aveva un qualcosa in più che mi ha sciolto il cuore.
E non dimentichiamo L'Attimo Fuggente: chi di voi non ha mai desiderato di avere un professore come lui?
Nel profondo del mio cuore Robin Williams non è davvero morto, sta solo giocando un'altra partita a Jumanji.


2 commenti:

  1. ciao Robin. L'uomo del bicentenario un film che mi commuove sempre.

    RispondiElimina
  2. Finalmente ho trovato un articolo che parla di lui fra i blog in cui mi capita di navigare. Te ne ringrazio, perchè non si può passare sopra una notizia come questa né ignorare questa improvvisa scomparsa. Magari in tanti sono in ferie o hanno altro da fare, me ne rendo conto. Comprendo quindi il tuo dispiacere e ti offro il mio articolo.
    Mi sono unita al tuo blog, sarebbe bello scambiarci delle visite.
    Ciao,
    Luz
    http://unteconchaplin.blogspot.it/

    RispondiElimina

Ti è piaciuto questo post? Hai voglia di dire la tua? I commenti mantengono attivo questo blog e mi danno una carica in più per continuare a scrivere :)